Feed RSSFacebook

Sono stati più di 5.000 gli spettatori provenienti da tutta la Basilicata e dalle regioni limitrofe che, tra giovedì 21 e sabato 23 luglio hanno raggiunto il Campo scuola Macchia Romana di Potenza per assistere ai concerti del BMN Live Festival.
Verdena, Brunori sas e Tonino Carotone sono stati gli ospiti dell'evento che ha portato la musica indipendente nella periferia del capoluogo regionale: 20 ore di spettacoli che hanno visto salire sul palco anche 11 band neo-costituite e 12 gruppi emergenti per un totale di più di 100 musicisti tutti lucani.

«Basilicata Music Net è un evento da riproporre, quando abbiamo partecipato al bando indetto dall'Anci non avrei mai pensato che saremmo riusciti a realizzare tutto questo», ha affermato il sindaco di Potenza Vito Santarsiero, salito sul palco per ricevere, insieme all'assessore Fiore, una targa commemorativa dell'evento donatagli dal Comitato di quartiere Macchia Romana.
La prima edizione del BMN Live Festival si inserisce nel progetto Basilicata Music Net 2011, finanziato dall'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e dal Dipartimento della Gioventù - Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato dal Comune di Potenza, grazie al coordinamento dell'associazione culturale Multietnica in partenariato con 5 comuni e 17 associazioni.

Giovedì 21 luglio, in mattinata, si sono esibite le 14 band costituite con l'Avviso Pubblico diffuso nel mese di marzo e 7 gruppi emergenti, seguiti in serata da La Scentifica & Guests con il progetto "PIKO's songs" che ha visto riproporre il repertorio dell'artista potentino Paolo Pecoriello, scomparso prematuramente 10 anni fa.
Venerdì 22 luglio, i primi tre classificati alle selezioni regionali del concorso Italia Wave Band 2011, svoltesi tra marzo e aprile – Zerofans, Mammacannibale e Mary's bitch – hanno aperto il concerto del gruppo del momento, i Verdena.
Sabato 23 luglio, spazio ad altri due gruppi finalisti al concorso - Damash e Freschi, Lazzi & Spilli - che poi hanno lasciato la scena ai due ospiti della serata: il cantautore calabrese Brunori Sas e l'effervescente Tonino Carotone.

Durante le tre giornate del festival, il Campo scuola è stato location del BMN Street, uno spazio dedicato alla cultura hip hop con performance di Puré, Ilovetu, Macro e Kebo, degli emcees Nocivi Elementi, Robba arsa, Saio e Ruina, i dj Liam e Nero, i breakers Exnihilo Crew.
Grande successo anche per lo spazio Meeting Sound – attività collaterale del progetto Basilicata Music Net coordinata dalle associazioni culturali Zer0971 e Abito in Scena – dove i visitatori hanno potuto consultare libri, riviste, cataloghi e altro materiale dedicato alla musica indipendente.

Gli scatti fotografici più significativi delle tre serate sono stati pubblicati in tempo reale sulla pagina facebook e sul sito ufficiale del progetto, per coinvolgere nella manifestazione anche a chi non ha potuto assistere dal vivo agli spettacoli. Numerosi i commenti positivi e stupiti del popolo della rete e del pubblico, tanti i complimenti per aver individuato a Potenza uno spazio fino ad oggi inutilizzato per questo tipo di manifestazioni e per aver creato un'importante occasione di aggregazione.

Le attività del progetto Basilicata Music Net proseguono con la partecipazione dei gruppi emergenti vincitori del Premio BMN ai numerosi festival musicali lucani in programma fino ad agosto e con la diffusione e promozione in rete dei videoclip delle 6 band finaliste al concorso Italia Wave Basilicata 2011.