Feed RSSFacebook

43 le band iscritte, risultato mai raggiunto. Suoneranno tutte dal vivo al Cecilia di Tito.

Sono 43 le band iscritte alle selezioni regionali di Italia Wave, il concorso nazionale più importante per i musicisti emergenti arrivato quest'anno alla ventiseiesima edizione. Un risultato mai raggiunto in Basilicata, che testimonia come il linguaggio musicale sia sempre più la forma di espressione privilegiata dalle giovani generazioni.

Proprio per offrire un'ulteriore occasione di crescita e di visibilità ai partecipanti, per la fase di selezione tutti gli iscritti avranno diritto ad esibirsi dal vivo in un contesto qualificato, a partire dal 25 febbraio e per tutti i sabato del mese di marzo, quale il Cecilia di Tito: uno spazio (recuperato e attivato tramite il percorso Visioni Urbane della Regione Basilicata) che si propone da subito come area di accoglienza, di incontro, di scoperta e di sperimentazione per gli appassionati di musica dell'intero territorio.
Una giuria qualificata deciderà quali gruppi accederanno alle finali regionali, per altre due serate di musica al termine delle quali verrà decretato il vincitore che avrà diritto ad esibirsi sul palco dell'Italia Wave Love Festival, insieme ad artisti di calibro internazionale, e ad apporre il marchio "Best Italia Wave Band 2012 Basilicata" per un anno sul proprio materiale promozionale.
«A queste latitudini, non sempre viene evasa l'esigenza di espressione e di ascolto dei giovani musicisti. Il successo di iscrizioni dimostra ancora una volta – dichiara Nico Ferri, presidente dell'associazione Multietnica, che coordina le selezioni regionali – l'esistenza di un fermento che, con uno spazio a disposizione come il Cecilia di Tito, le professionalità che esistono sul territorio, percorsi qualificanti come Italia Wave e Basilicata Music Net, potrebbe finalmente, con la giusta attenzione, coagulare».
Tutte le band finaliste, inoltre, tramite il progetto Basilicata Music Net, godranno dell'opportunità di suonare nei festival regionali più importanti, dunque di arricchire le proprie competenze attraverso il confronto con artisti e professionisti del settore, oltre che di promuovere la propria musica.